Amici e nuove conoscenze al ProWein

por | Mar 20, 2015 | En viaje, Food & Wine, Internacionalización, Vino | 0 Comentarios

Dal 15 al 17 marzo si è svolta a Duesseldorf, in Germania, ProWein, una importante fiera internazionale dedicata al vino. Anche quest’anno abbiamo avuto l’occasione di rincontrare i nostri amici e clienti, ma ci è rimasto anche del tempo per conoscere nuove cantine e nuovi prodotti.

I nostri amici della cantina San Michele (Capriano del Colle, Brescia) ci hanno fatto assaggiare la loro ultima creazione. Otten è un Trebbiano ottenuto per circa la metà da uve stramature leggermente botritizzate in pianta. È un vino particolare e versatile, che si abbina perfettamente a risotti o crostacei, ma che si può anche degustare da solo, come vino da meditazione. Abbiamo anche riassaggiato l’intera gamma di San Michele che si conferma un produttore elegante e molto originale.

Foto di Otten. San Michele winery

Il nostro amico Walter della Cantina Aldeno (Trentino), cordiale e appassionato come sempre, ci ha presentato in anteprima il Moscato Giallo Bio Vegan. Un bianco esuberante, accattivante al naso e pieno al palato. Sarà in degustazione a VinItaly e siamo certi che sarà un successo. Fra gli altri vini di questa dinamica cantina trentina, l’Altinum Riserva, un fragrante metodo classico a base di Chardonnay e Pinot Nero.

Foto del Moscato giallo di Aldeno

La nostra amica Micaela di Vini Rizzi (Veneto) ci ha fatto scoprire il Lugana Tenuta Leone e l’Amarone Ca’ del Lupo. Davvero ottimi entrambi, ma il secondo ci ha colpito in maniera particolare per complessità e struttura.

La Cantina Ferruccio Deiana ci ha accolto con la calda ospitalità di sempre e ci ha fatto viaggiare per le campagne della Parteolla con i suoi vini eleganti. Fra i rossi, i classici Karel (da uve Monica) e Sileno (un Cannonau), e il top di gamma Ajana, un raffinato blend di Cannonau, Carignano e Bovale. Come bianchi, due Vermentini (il fruttato Donnikalia e il complesso Arvali), il Pluminus, un originale blend di Vermentino e Nasco, fermentato in piccole botti di rovere francese, e il delizioso Oirad, un passito ottenuto da Moscato, Malvasia e Nasco.

Foto di Ferruccio Deiana

Ma in una piazza così importante come ProWein bisognava anche andare alla scoperta di nuovi vini. Fra gli italiani, abbiamo consciuto i simpatici fratelli Focacci, cioè Gino, Antonio e Anna Maria, dell’azienda toscana Bartoli Giusti. Il loro Brunello di Montalcino ci ha regalato delle belle emozioni, con il suo colore rosso rubino intenso e il suo sapore armonico ed elegante. La Tenuta Asinara, della Sardegna, è stata una bella scoperta per la grande personalità che è riuscita a dare ai vitigni tipici dell’isola. Gabbas, pluripremiato produttore del centro Sardegna, ci ha fatto assaggiare un paio di eccellenti Cannonau.

E poi abbiamo scoperto tanti vini fatti in diverse parti del mondo. Fra le cose migliori, i prodotti di Pamukkale (Turchia), Vina Robles (California) e Vin Du Cap (Sud Africa). Ci auguriamo che anche i vini di qualità di questi produttori stranieri arrivino presto sugli scaffali delle troppo campaniliste enoteche italiane!

Riordinando foto e brochure della sempre piacevole avventura tedesca, ci prepariamo per l’imminente Vinitaly. Grazie ProWein, grazie amici, all’anno prossimo!

Hablando de vino

The Hub of Taste es un blog que alberga degustaciones, visitas a bodegas, reuniones de ferias y otras experiencias emocionantes en el mundo del vino.

El sitio web de nuestra empresa es sorsidiweb.com

De qué hablamos

Food & Wine

Gastronomía
En viaje
Internacionalización

Marketing & Comunicación

Social Media Marketing
Vino

De qué hablamos

Últimos artículos …

Degustamos Pintom, un Pinot noir argentino

Degustamos Pintom, un Pinot noir argentino

La vinoteca Winemakers se encuentra sobre la Plaza Vicente Lopez, en el barrio central de Recoleta, de Buenos Aires. La hemos descubierto una tardecita de verano, decidimos entrar y degustar algo allí. Siguendo las sugerencias de su gestor Juan, hemos probado un par...

Yarden Galilee Syrah 2013, un vino tinto premium israelí

Yarden Galilee Syrah 2013, un vino tinto premium israelí

Este invierno ha comenzado con temperaturas bastante bajas, que invitan a pasar las nochecitas en casa en compañía de una buena película, de buena comida y de un buen vino. Nosotros elegimos una película policial de Agatha Christie, un jabalí asado con chimichurri y...

Potrebbe interessarti …

Marchese Raggio Gavi DOCG, en el corazón de la uva Cortese

Marchese Raggio Gavi DOCG, en el corazón de la uva Cortese

Habíamos visitado la finca La Lomellina di Gavi al principio del verano. Durante esa linda mañana soleada, Salvatore Giacoppo, el técnico vitícolo de la empresa, nos acompañó a visitar los viñedos y nos mostró algunos de los edificios della producción del Marchese...

Descubriendo Mura ‘e Lughe, licor de pera de Cerdeña

Descubriendo Mura ‘e Lughe, licor de pera de Cerdeña

Habíamos catado por primera vez el Mura ‘e Lughe durante el #SorsiAperiWeb (evento que realizamos en nuestro estudio) que organizamos el pasado mes de julio. En aquella ocasión también festejamos un año de actividad de "Sorsi di web" en Cerdeña, y entonces acompañamos...

Cannonau Naniha de Perdarubia: Pie franco y minimalismo

Cannonau Naniha de Perdarubia: Pie franco y minimalismo

Tenute Perdarubia es una empresa realmente poliédrica. Sus actividades agrícolas comprenden la silvicultura, la olivicultura, la cultura de cereales antiguos, y la viticultura. Entre sus productos, son famosos su aceite extra virgen y dos vinos a base de la uva...

banner-corso-ninja