Vino e famiglia: l’innovazione di Mora&Memo

da | Mag 12, 2020 | Food & Wine, Vino | 0 commenti

Mora e Memo al SorsiAperiWeb

Elisabetta Pala è una cara amica, una delle prime persone del mondo del vino che ho conosciuto quando, tre anni fa, ci siamo trasferiti in Sardegna. Perciò, quando questa giovane produttrice ci ha confermato la sua adesione alla nostra iniziativa #SorsiAperiWeb Digitale, mi ha fatto molto piacere. Conoscevo già gli ottimi vini di Elisabetta e apprezzavo molto il packaging accattivante, innovativo.

 

Mora&Memo, l’originale brand di una figlia d’arte

Elisabetta (o Betta, come la chiamano parenti e amici) fa parte della quarta generazione di una famiglia di vignaioli di Serdiana (Cagliari). Sin da piccola, la vite, la terra e i profumi della cantina diventano il suo pane quotidiano. Un’esperienza che l’ha portata presto ad amare l’arte di produrre vini e a perseguire una carriera come imprenditrice vitivinicola indipendente. Nel 2011, quando era ancora piuttosto giovane, Betta decise di fare il grande salto, e mise le base per realizzare il suo sogno di creare un proprio brand di vini. Solo due anni più tardi, questo sogno divenne realtà.

Indipendenza nella tradizione è un valore ben rappresentato anche nel packaging delle sue creazioni. Elisabetta ha scelto di raffigurare il tipico “moro” sardo, tratto dai “Quattro Mori”, come una donna, che diventa dunque la Mora. E la Mora è vestita da bandita (o bandida), in una provocatoria inversione di genere degli antichi briganti sardi. Invece la Memo è appunto la memoria, ed esprime il forte legame con la famiglia, la terra e le esperienze passate in mezzo ai filari. Le bottiglie dei vini di Mora&Memo hanno una forma originale e femminile e sono chiuse da eleganti tappi in vetro.

 

La vigna di Mora e Memo

Foto della vigna del sito di Mora&Memo

 

Ica Monica di Sardegna DOC 2017, protagonista del #SorsiAperiWeb

Elisabetta ha scelto di presentare virtualmente insieme a noi il suo vino Ica Monica di Sardegna DOC. Secondo Betta, il vitigno Monica rappresenta molto bene il sud della Sardegna e trova in Serdiana un terroir che gli permette di esprimersi al meglio. I vigneti si trovano in una zona di colline calcaree e a tratti marnose, e convivono con la macchia mediterranea e con gli ulivi.

La fermentazione con macerazione sulle bucce è innescata da lieviti selezionati e va avanti a temperatura controllata per 8-10 giorni. Alla fine della fermentazione, Ica affina prima in vasche di acciaio inox e poi in bottiglia.

Nel bicchiere, Ica si presenta con un colore rubino brillante e seducente. I suoi profumi ricordano la frutta rossa (mora e ciliegie) con lievi sentori floreali. All’assaggio è morbido, sapido e persistente.

Ica Monica di Sardegna DOC (13% alc/vol) è un vino assai versatile. Accompagna bene primi, pizza e secondi di carne e risulta ottimo da abbinare ad aperitivi e chiacchierate, virtuali o dal vivo. Non vedo l’ora di assaggiarlo di nuovo durante il mio prossimo picnic in riva al mare.

Raccontare il vino

The Hub of Taste è un blog che ospita degustazioni, visite in cantina, incontri in fiera, e altre emozionanti esperienze nel mondo del vino.

Il nostro sito aziendale è sorsidiweb.com

Di cosa parliamo

Food & Wine

Gastronomia
In Viaggio
Internazionalizzazione

Marketing & Comunicazione

Social Media Marketing
Vino

Di cosa parliamo

Leggi anche …

Il Vermentino naturale di Deperu-Holler

Il Vermentino naturale di Deperu-Holler

Deperu-Holler è il sogno divenuto realtà di Carlo Deperu, sardo ed enologo, e Tatiana Holler, brasiliana, moglie di Carlo e responsabile commerciale della cantina. Carlo e Tatiana si sono conosciuti a Milano, ma presto hanno deciso di lasciare la città e si sono...

Il Gavi di Marchese Raggio: Cortese per tradizione

Il Gavi di Marchese Raggio: Cortese per tradizione

L’ultima puntata dei #SorsiAperiWeb Digitali (tenuta su Facebook il 26 giugno) ha visto la partecipazione di due ospiti: Salvatore Giacoppo, direttore e tecnico viticolo dell’azienda agricola La Lommellina di Gavi e Cristina Miglioli, titolare di Selcru, operatore...

Potrebbe interessarti …

Baglio Oro, vini moderni basati sulla tradizione

Baglio Oro, vini moderni basati sulla tradizione

Giuseppe Laudicina, responsabile commerciale e co-titolare dell’azienda Cantine Baglio Oro (Marsala), è stato nostro ospite durante il #SorsiAperiWeb Digitale del 12 giugno 2020. Giuseppe è un giovane imprenditore energico e dall’entusiasmo contagioso. Durante il...

Sella & Mosca protagonista al SorsiAperiWeb

Sella & Mosca protagonista al SorsiAperiWeb

Il nostro amico Ivan Deriu è sommelier AIS, gestore di un wine bar a Nuoro e brand ambassador della prestigiosa cantina sarda Sella & Mosca. Ivan è un wine lover appassionato, e ogni assaggio è per lui un’occasione di esplorazione e scoperta. In qualità di...

Autenticità e colore, i vini di Cantina Quattrocieli

Autenticità e colore, i vini di Cantina Quattrocieli

I SorsiAperiWeb digitali ci hanno dato modo di conoscere una nuova cantina, la siciliana Quattrocieli. L’azienda si trova ad Alcamo (Trapani) ed è di proprietà di una famiglia che di cognome fa proprio Alcamo! Quattrocieli è un’azienda giovane. Leonardo Alcamo la...

banner-corso-ninja