Yarden Galilee Syrah 2013, rosso premium israeliano

Yarden Galilee Syrah 2013, rosso premium israeliano

Quest’inverno è iniziato con temperature abbastanza basse, che invitano a passare le serate in casa in compagnia di un buon film, del buon cibo e un buon vino. Abbiamo optato per un giallo tratto da Agatha Christie, del cinghiale alla griglia con chimichurri e del vino israeliano. Il mio amico Matteo infatti mi aveva fatto avere una bottiglia di Yarden Galilee Syrah 2013, di Golan Heights Winery.

La cantina Golan Heights ha una lunga storia, essendo stata fondata nel 1983, e gode di un’ottima reputazione. Le tenute comprendono 28 vigneti, per un totale di 600 ettari. Yarden è l’etichetta riservata ai vini premium, prodotti solo con uve selezionate dai vigneti migliori.

Il vino che ho davanti contiene unicamente uve Syrah, un vitigno che si è adattato magnificamente al clima fresco e al suolo vulcanico delle colline della Galilea che ospitano i vigneti di Golan Heights. Il vino invecchia in barrique per 18 mesi.

Cinghiale e Syrah

 

Già seducente alla vista per il bel colore rubino intenso, questo Syrah allieta il naso con i suoi aromi variegati: amarena, fragola, prugna, frutti secchi e spezie (noce moscata e chiodi di garofano).

All’assaggio, conferma gli aromi e si distingue per eleganza e buon equilibrio fra acidità, tannini e corpo. Lungo nel finale, Yarden Galilee Syrah è un vino decisamente “abbondante”, e un ottimo partner di carni rosse e di formaggi stagionati.

 

Related posts

Leave a Comment